Nuova Vetreria Artistica rappresenta l'evoluzione di una realta' che nasce nel 1958 come societa' di fatto per iniziativa dell'attuale proprietario, Sig. Otello Cav. Bianconi, e di un gruppo di giovani amici che si lanciano con entusiasmo in questa iniziativa imprenditoriale, potendo contare solamente sulla propria abilita' manuale e sulla volonta' di realizzare lavorazioni di qualita'.



il titolare

La tenacia e l'intuito del fondatore Sig. Otello Cav. Bianconi, "con il vetro nel DNA" hanno consentito all'azienda di rappresentare una realta' unica nel settore di appartenenza che conta la stretta collaborazione con le piu' importanti firme dell'arredamento, italiane ed internazionali.



Imprese Eccellenti 2007
Una festa per i primi cinquant'anni





....da l'articolo 'io L'IMPRESA FORLI'-CESENA CNA '08'


Quest'anno la Nuova Vetreria Artistica, ubicata nella cittadella artigianale di Case Castagnoli, festeggia i suoi primi cinquant'anni di attività. Lo farà in maniera sobria comè nel carattere e nello stile del suo artefice. La festa che stiamo organizzando sarà l'occasione, soprattutto, per ringraziare quanti, fra dipendenti, collaboratori e clienti ci hanno permesso di raggiungere risultati così eccellenti. Un modo simpatico e accattivante per raccontare/raccontarsi una miriade di storie. Storie legate ad una vita di lavoro, di amicizie con coloro che hanno condiviso il "fare" dentro un campo fascinoso come quello del vetro e, dunque, anche dell'arte e del design permettendo una lettura stimolante del reale intorno a noi. Per il futuro? "Sviluppare il progetto intrapreso - è la proposta di azione di Otello Bianconi - magari con qualche sicurezza in più. So bene che i tempi della politica non sono quelli dell'impresa. Ma la politica, ora più che mai, deve affrontare e risolvere le emergenze per dare spinta al rilancio dell'economia". Occorre cioè un'inversione di tendenza anche per dare coraggio e fiducia, a chi (come i figli di Otello) è chiamato a gestire il passaggio del testimone. Il riferimento è a Sara e a Samuele da anni impegnati in pratica aziendale. "Ho fatto molti sacrifici - puntualizza Otello - e vedo che li stanno facendo anche loro. Vedendoli crescere non ero certo che avrebbero voluto fare questo mestiere. Invece, stanno facendo la loro parte".

Sig. Otello Cav. Bianconi mezzo secolo di vetri d'autore.

Vetreria Artistica (ora Nuova Vetreria Artistica) nasce nel 1958. Da allora il suo campo di specializzazione è la lavorazione del vetro piano per il settore dell'arredamento, campo in cui si è affermata come azienda leader. L'azienda cesenate (che conta una cinquantina di dipendenti) offre i suoi prodotti ai grandi nomi di quel settore, una nicchia di mercato così particolare ed esigente da costituire una sfida continua. Il suo successo è dovuto all'impostazione del lavoro: ha costantemente ricercato e sperimentato nuove soluzioni, che si trattasse di macchinari altamente tecnologici o tecniche, mantenendosi sempre al vertice del settore. Più che la passione, furono le ristrettezze familiari a portarlo in fornace. Lui era solo un bambino di 11 anni. Adesso ne ha settanta (li compie questo mese: auguri!) Otello Bianconi, classe 1938, da Rontagnano di Cesena, fisico scattante e occhi sorridenti. Bianconi è tornato da Milano, reduce da un lungo giro tra gli stand della Fiera internazionale del Mobile. "L'ho fatto per motivi professionali e, in particolare, per tastare il polso di un mercato caratterizzato anche da un'euro forte, dal caro-petrolio, dal momento politico particolare. Quando sarebbe il momento di correre, più degli altri, per non perdere posizioni, per migliorare il nostro posizionamento sul mercato internazionale. Uno sfogo che Bianconi propone, con pacatezza, comè nel suo stile, conscio della delicatezza del momento. Una storia esemplare, la sua, di passione e dedizione al lavoro che merita grande attenzione e rispetto in quanto è riuscito, in cinquant' anni di attività, a coniugare sempre artigianalità e tecnologia. Ma procediamo con ordine. "A 11 anni scelsi il vetro, e come capii presto non è un mestiere che apprendi sui libri, lo impari solo facendolo. Il mio apprendistato è iniziato alla Vetreria Buda di Cesena. A 14 anni avevo acquisito già buone competenze nel campo della molatura tanto che decisi di spostarmi a Pesaro, presso la Vetreria Tombari. Quest' ultima esperienza mi consentì di far conoscenza con diversi dipendenti dell'Ava, Azienda Vetraria Artistica, oggi notissima con il nome Ilva. Fu la molla, tra l'altro, per far scattare in me e altri tre amici cesenati (Riccardo Guerra, Benito Renzi e Arnaldo Casotti) il bisogno di un'azienda tutta nostra. Nacque così Vetreria Artistica, in via Marinelli. Era il 1958. Le prime commesse riguardavano l'edilizia (vetri per finestre), poi con la nascita della categoria dei mobilieri è gravitanti soprattutto nelle zone di Forlì, Cesena e San Marino - mollammo il comparto edile a favore dell'arredamento. Allora non esistevano sistemi automatizzati come oggi. Tutto veniva realizzato in maniera artigianale: grande fatica, grande impegno, tantissime ore di lavoro. Premiate però dalle prime soddisfazioni e da un crescendo di clienti". La cannella dei ricordi del nostro imprenditore è ben lungi dall'esaurirsi ... "Nei primi anni 70 la crisi economica generale colpisce parecchie attività mandando all'aria numerose aziende locali. Nell'affannosa ricerca di altri clienti, ancora una volta, mi dirigo verso il pesarese, dove l'industria del mobile ha solide radici. E cosa scopro? Che per poter reggere la concorrenza bisogna stare al passo con le tecnologie. Nel frattempo ci trasferiamo nella zona artigianale di Case Finali, in un capannone più grande.


Il forno per la tempratura: trasforma la lastra in vetro di sicurezza e qualità. Ovvero il massimo risultato ottenibile tecnologicamente

nostra azienda si ritaglia una bella nicchia di mercato nella lavorazione del vetro piano di forte spessore. Ogni volta, ogni cosa che fai è una sfida. Il nostro è quasi esclusivamente un lavoro che svolgiamo per conto terzi: offriamo una produzione diversificata per i comparti dell'arredo, dei complementi d'arredo e dell'ufficio. La struttura produttiva dell'azienda è praticamente completa: al taglio della lastra ed alla molatura si affiancano i reparti per la sabbiatura, per la verniciatura e la tempra per la sicurezza
del vetro. "Un risultato raggiunto con tanti anni di sacrifici e i committenti (Cattelan Italia, Fiam Italia, Fontana Arte, Simon International, tra i più importanti) ripagano il nostro impegno con una fiducia incondizionata.
Da testa 'matta' quale sono ho spinto sempre più avanti la leva della qualità, sfruttando le tecnologie più avanzate per produzioni industriali, ma con caratteristiche artigianali, ovvero perfezione delle lavorazioni e raffinatezze creative (lo show room dove Bianconi impegna le poche ore
del suo tempo libero, merita una visita ... ndr)". Impegni per il prossimo futuro? "Nessuno può cullarsi sugli allori: la parola chiave è sempre stata innovazione, di prodotto, di processo, di distribuzione, di servizi alla clientela. La concorrenza si è fatta temibile. Per difenderci attaccando ci siamo mossi in due direzioni: da una parte puntando a rafforzare il 'marchio', sempre piè riconoscibile e forte sul mercato, anche grazie ai progetti di designer come Simon Gavina, Renzo Piano e Philippe Starck.
Solo per citarne alcuni. Dall'altra abbiamo aumentato l'impegno in innovazione, per mantenere la leadership tecnologica del settore". Questo è Otello Bianconi, 70 anni magnificamente portati, curioso, instancabile,
con il culto del lavoro ben fatto. E chi lo conosce sul lavoro, così come nella vita privata, aggiunge altri ingredienti al "mix" del suo successo: coraggio ragionato nell'attività imprenditoriale, tenacia e grande spessore umano riconosciuti, nel 2003, con l'onorificenza di Cavaliere conferitagli
dal Presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi. Il suo auspicio è quello di vedere proiettato, nel futuro, quanto è stato concretamente realizzato e apprezzato sia dal mondo imprenditoriale che istituzionale.
E quando sente dire che questo lavoro puù essere pericoloso o dannoso per la salute, con un amabile sorriso è solito replicare: macchè, tutti i maestri artigiani vetrai hanno vita lunga. Il vetro fa bene, meglio se è linea azzurra.


Franco Moscatelli

vetreria artistica

Nuova Vetreria Artistica

Nuova Vetreria Artistica srl
Via Archimede, 480/500
Cesena (FC) Italy CAP 47521
Tel. 0547.300238 - Fax 0547.304194
ISCR.REG.IMPR DI FORLì-CESENA
CF/P.IVA 02535130401
Cap. Soc. 100.000,00
Cap. Sociale Versato 38.836,48
email: nva@nuovavetreriaartistica.it

 


Studio Grafico YYKK Superenalotto